• Ricerca nel sito

      18-05-2018 Mario Caminita K-Matra
      pubblicato il: 02-05-2018

       

      18 Maggio 
      Ridotto dello Spasimo Blue Brass

      Via dello Spasimo 15 

      h.21.30
       

       

       


       

      K-Matra è il progetto di Bio Music del DJ e produttore Mario Caminita.

      Ma cos'è la Bio Music?  Semplicemente una definizione legata a determinate sonorità capaci di equilibrare e stimolare alcune parti del corpo, producendo un piacevole senso di benessere. Paesaggi sonori creati  da strumenti eterei come gli hang drums, che insieme alle percussioni, agli aerofoni tradizionali ed etnici, si combinano su strutture armoniche e ritmiche generate elettronicamente. A questo si aggiungono campionamenti di voci provenienti da diverse aree del pianeta e interpretazioni vocali e strumentali estemporanee. La formazione di base è composta da Mario Caminita (Synth e Programmazione), Vincenzo Verderosa (Hang Drum, Percussioni e Voce) a cui si aggiungono per l'evento live: Fabio Lannino (Contrabasso e Chitarra), Orazio Maugeri (Aerofoni tradizionali e digitali), Federico Mordino (Percussioni)

       

       

      Biglietti su TICKS

       

       

       

      05-05-2018 Quartett'O
      pubblicato il: 02-05-2018

       

      5 Maggio 
      Ridotto dello Spasimo Blue Brass

      Via dello Spasimo 15 

      h.21.30
       

       

       


       

      Un gemellaggio senza precedenti nei futuri sostenibili. Cosa succede se due musicisti francesi provenienti da due città diverse come Parigi e Marsiglia s’incontrano con due musicisti siciliani provenienti da due città diverse come Palermo e Catania? 

      Le alternative sono diverse
      1. se s’incontrano a Palermo iniziano un tour a partire dal pane con la meusa e a finire con arancina e cannolo d’obbligo per… levarsi il sapore
      1 a. se s’incontrano a Catania iniziano il tour dalla putìa nna Za Rosa e finiscono col selzallimone davanti la Stazione (di arancino ovviamente non se ne parla)
      2. se s’incontrano a Parigi prendono una baguette e un flan alla boulangerie di Montmartre
      2 a. se s’incontrano a Marsiglia iniziano… e finiscono il tour col Pastis 51

      Due eccezionali chitarristi un contrabbasso parlante e un funambolico batterista e scrittore: una band dall’immaginario inimmaginabile. Una band oltra la benda, al bando del banditismo di tendenza. Una banda che sembrano due, a volte anche tre o quattr o’
      I chitarristi francesi dalle inenarrabili esperienze internazionali incontrano due esoterici musicisti siciliani dediti alle aggressioni sonore più delicate della storia e della geografia.
      Una musica che si basa sull’allineamento dei pianeti su orbite filtrate dal magnetismo bipolare dei satelliti artificiali. I musicisti, dopo un periodo di residenza esistenziale, hanno elaborato delle scomposizioni che legano i suoni presenti sotto le corde e le pelli dei tamburi a un contatto stratosferico di natura parasonologica.

      Versi ritratti dalla zootecnica, melodie immaginarie del collettivo estremo, adiacenze contrapposte ora collidono ora collimano con transumanze soniche dagli apparati digerenti fuori ogni sos petto. La polpetta è assicurata, e anche la lapidazione: prendere o lasciare. Ovvero: soddisfatti e rimborsati.

       

      Biglietti su TICKS

       

       

       

       

      24-04-2018 E.Pampillonia & A.Giovenco Quintet
      pubblicato il: 23-04-2018

       

       

       

      24 Aprile
      Ridotto dello Spasimo Blue Brass 

      Via dello Spasimo 15

      h 21.30

      BIGLIETTI su TICKS

       


       

       

       

      27-04-2018 Paolo Vicari Sextet
      pubblicato il: 23-04-2018

      Paolo Vicari 

       

      24 Aprile 
      Ridotto dello Spasimo Blue Brass

      Via dello Spasimo 15 

      h.21.30
       

      Paolo Vicari: Batteria

      Giacomo Tantillo: Tromba

      Francesco Patti: Sax tenore

      Salvatore Nania: Trombone

      Valerio Rizzo: Pianoforte

      Stefano India: Contrabbaso  

       


       

      Verso la metà degli anni Cinquanta il Bop aveva ormai raggiunto la sua piena maturità. I suoi elementi melodici, armonici e ritmici, che all'inizio erano stati il frutto di una serie di sperimentazioni, avevano trovato delle regole definitive su cui modellarsi. Su questo sfondo, un gruppo di musicisti che faceva capo al pianista Horace Silver e al batterista Art Blakey, iniziò a elaborare un nuovo linguaggio, un idioma più robusto e schematico del bebop, su cui pure era basato, al quale fu attribuito l'appellativo di “Hard Bop”.

      Nacquerò così i ”Jazz Messengers”.

      Con questo progetto il giovane batterista ennese Paolo Vicari rende omaggio al celebre batterista americano, bandleader, icona dell'Hard-Bop e alla sua storica formazione: "The Jazz Messengers", fucina di giovani talenti divenuti musicisti di fama internazionale: Lee Morgan, Benny Golson, Wayne Shorter, 

      Freddie Hubbard, Bobby Timmons, Curtis Fuller, Cedar Walton, Chuck Mangione, Keith Jarrett, Woody Shaw, Wynton Marsalis, Branford Marsalis, Terence Blanchard, Bobby Watson e Mulgrew Miller, solo per citarne alcuni.
      «Si deve anche a Blakey se il jazz è diffuso in tutto il mondo. Con la sua batteria Art era in grado di evocare lo spirito arcaico del tuono così come lo stupore che c'è nel pianto di un neonato. Blakey ha dimostrato che la batteria è il battito cardiaco, il motore e la forza vitale del jazz».

      Wynton Marsalis
       

      «L’aspetto che più mi affascina di Art Blakey è dato dal dualismo musicale che lo contraddistingue: fu un grandissimo accompagnatore e allo stesso tempo uno dei più importanti bandleader dell'intera storia del jazz, seppe essere un formidabile gregario ed un eccezionale direttore d'orchestra seduto dietro i suoi tamburi». Paolo Vicari

       

      Biglietti su TICKS

       

       

       

       

      11-04-2018 Ginevra Stracci e Valentina Migliore Septet
      pubblicato il: 07-04-2018

       

       

       

      11 Aprile
      Ridotto dello Spasimo Blue Brass 

      Via dello Spasimo 15

       

       h 21.30

       


       

      Ginevra Stracci allieva di canto Jazz presso il conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo, eseguirà un repertorio di standard tratti dalla tradizione del musical Hollywoodiano, con composizioni di Irving Berlin, Vincent Youmans, Cole Porter e altri.

      Valentina Migliore giovane cantante siciliana, allieva del Dipartimento di Musica Jazz del Conservatorio palermitano.
      Il filo conduttore del concerto che si terrà al Brass sarà il ritmo, omaggiando alcuni dei grandi nomi del jazz con un repertorio latin swing e choro.

      I musicisti che le accompagneranno sono giovani e promettenti jazzisti della scena siciliana: Fabiano Petrullo (sax tenore), Angelo Battaglia (chitarra), Valerio Rizzo (pianoforte), Stefano India (contrabbasso), Luca Trentacoste (batteria).

       

       Biglietti su TICKS

       



       articoli precedenti
    The Brass Radio

    Free Shoutcast HostingRadio Stream Hosting

    In primo piano
    Scuola Popolare di Musica
    L'1 settembre sono cominciate le iscrizioni ai corsi del nuovo anno accademico.
    Consulta i nostri corsi.
    entra
    Orchestra Jazz Siciliana
    La prima e unica orchestra permanente di jazz a partecipazione pubblica.
    entra
    Brass Store
    La sezione dove puoi acquistare online il meglio delle nostre produzioni. Semplice e veloce.
    entra
    Brass Records
    Scopri le prime produzioni musicali dell'etichetta discografica della Fondazione.
    entra
    Photo Gallery
    Rivivi le emozioni dei concerti del Brass Group attraverso il racconto delle immagini.
    entra
    Blue Brass
    I concerti dei migliori artisti residenti ed internazionali nell'atmosfera unica dei jazz club di una volta.
    entra
    Teatro Santa Cecilia
    Il primo teatro storico d'Italia affidato ad una istituzione di musica moderna e contemporanea
    Stiamo lavorando per voi.

    Traduci il nostro sito


    Documenti


    Canali & Link

    Newsletter