Giambruno - Passalacqua

13 dicembre ore 21,30
Blue Brass Jazz Club

Via dello Spasimo, 15 - Palermo

Claudio Giambruno - sassofono
Paolo Passalacqua - pianoforte

L’OCCUPAZIONE PROSEGUE CON IL DUO GIAMBRUNO & PASSALACQUA.
GIOVEDÌ 13 DICEMBRE DALLE ORE 21:30 AL RIDOTTO DELLO SPASIMO


Saranno il sassofono di Claudio Giambruno e il pianoforte di Paolo Passalacqua a dare nuovamente voce alla protesta dei musicisti della Fondazione The Brass Group, giovedì 13 dicembre a partire dalle ore 21:30 presso i locali del Ridotto dello Spasimo.

L’esibizione del duo Giambruno & Passalacqua, infatti, porta avanti l’occupazione simbolica del complesso monumentale di S. Maria dello Spasimo, iniziativa dei lavoratori del Brass che è partita lo scorso 1 dicembre col concerto di Vito Giordano, Diego Spitaleri, Giuseppe Costa e Carmen Avellone ed è proseguita mercoledì 5 con il trio di Daniela Spalletta, Carmelo Pinzone e Giovanni Conte featuring Giovanni Villafranca.

Palermitano classe 1982, Claudio Giambruno studia sassofono con Stefano D’Anna, perfezionando tecnica dell’improvvisazione e sviluppo del linguaggio Bebop sotto la guida di Barry Harris, leggendario pianista americano.

Nel 2012 registra il suo primo album da leader, “Moon is Here”, prodotto dall’etichetta siciliana JazzyRecord. Fa parte dell’Orchestra Jazz del Conservatorio Bellini di Palermo come primo sassofonista tenore e dell’Orchestra Jazz Siciliana.

Da quest’anno è docente di Sassofono Jazz presso la Scuola di Musica della Fondazione The Brass Group.

Pianista e compositore marsalese, Paolo Passalacqua inizia all’età di 8 anni lo studio del pianoforte classico e successivamente del piano jazz. Il diploma arriva nel 1993 sotto la guida di Giuseppe Lo Cicero presso il Conservatorio di Musica “Antonio Scontrino” di Trapani.

In seguito frequenta i corsi e i laboratori di Dusko Goykovich alla Scuola Europea d’Orchestra Jazz e si diploma in jazz nel 2002 sotto la guida del Maestro Ignazio Garsia al Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo. Le prime esibizioni risalgono alla fine degli anni Settanta.

Dal 1987 ha suonato jazz con diverse formazioni, come leader e sideman, in numerosissimi jazz club e rassegne musicali in Italia e all’estero. Attualmente svolge un’intensa attività concertistica e didattica.

Oltre ad insegnare al Conservatorio di Musica Vincenzo Bellini, collabora con Vito Giordano nella Scuola Popolare di Musica della Fondazione The Brass Group.