Anna Bonomolo

2 aprile ore 21,30
Blue Brass Jazz Club

Via dello Spasimo, 15 - Palermo
posto unico 8 €
ridotto 5 € (Senior Card e Allievi Scuola Popolare di Musica).

Anna Bonomolo - voce
Diego Spitaleri - piano
Riccardo Lo Bue - contrabbasso
Sebastiano Alioto- batteria

La voce nerobianca di Anna Bonomolo sale sul palco del ridotto dello Spasimo.

La Bonomolo è certamente una delle interpreti di maggiore classe della scena musicale siciliana. Come poche può vantare, pur senza essere mai salita agli onori degli altari più commerciali, un curriculum che raccoglie partecipazioni a svariate trasmissioni RAI, tra cui TARATATA’, DORECIACKGULP, UNOMATTINA. Da non dimenticare la sua presenza in cartelloni diversissimi fra loro, ma di grande prestigio fra cui, solo per fare qualche nome TAORMINA ARTE e LA SETTIMANA DI MUSICA SACRA DI MONREALE.

Con la collaborazione agli arrangiamenti di Diego Spitaleri, che l’accompagna al pianoforte - che ricordiamo vincitore qualche anno fa del premio come miglior nuovo talento secondo la prestigiosa rivista "MUSICA JAZZ" -, insieme a una ritmica di indiscussa esperienza e qualità formata da Sebastiano Alioto alla batteria e da Riccardo Lo Bue al basso, la formazione si presenta snella e pronta per uno spettacolo che può soddisfare i palati più esigenti grazie alla raffinatezza degli arrangiamenti e delle esecuzioni di brani scelti da un repertorio di assoluta notorietà e gradevolezza.


Anna Bonomolo
classe 1966, cresce, come tanti, in mezzo ai libri di scuola, e dopo la laurea in scienze statistiche, che le consente di trovare un bel posto di lavoro presso il CNR di Palermo come tecnologo informatico comincia a frequentare il mondo musicale palermitano mietendo vari consensi sia di critica che di pubblico.

Grazie al suo timbro vocale, giornalisti e critici l'hanno definita una cantante nero-bianca. Infatti, dopo le prime apparizioni in numerosi locali del territorio siciliano, con i due gruppi che, in assoluto, l'hanno tenuta a battesimo: i Like a Mister prima e i Rivisitors, a fianco di Marcello Mandreucci, dopo, ha partecipato e superato le audizioni presso il Teatro Massimo di Palermo per la costituzione del gruppo Duke Ellington Singers diretto dal Maestro Enzo Randisi.

Nel 1997 si è classificata al secondo posto del Bengio Festival di Benevento diretto da Gegè Telesforo. In seguito nascono progetti musicali personali quali: Palermo Spiritual Ensemble, Folkage, Dipinti di Blues, Anna Bonomolo & Jazz'n Progress Trio e ultimo Soul TriBUTe. Con i Palermo Spiritual Ensemble collabora con cantanti americani quali Charlie Cannon e Katleen Perry; con lo stesso progetto partecipa al Teatro Antico di Taormina come opening band dell'European Tour 1997 degli Earth Wind & Fire, alla trasmissione televisiva della RAI UNOMATTINA, alla inaugurazione della stagione concertistica estiva 1998 del Teatro Massimo di Palermo, a fianco dello storico gruppo irlandese THE CHIEFTAINS, a uno spettacolo per la Croce Rossa Italiana al Teatro Filarmonico di Verona, alla rassegna TaoArte 2002 di Taormina, nel 2004 al cartellone della settimana della Musica Sacra di Monreale.

Produzioni: Con i Ti.Pi.Cal nelle produzioni: "IT'S HURTS" con Josh Colow. Con i Palermo Spiritual Ensemble il cd "Gospirit". Partecipa alla realizzazione del CD "Nostra signora degli autogrill" di Francesco Baccini. E' ospite con il video clip di "Stidda" (di cui è autrice del testo) alla rubrica di Vincenzo Mollica su TG1 di RAI1, Do Re Ciak Gulp. Partecipa alla trasmissione musicale TARATATA' curata dallo stesso Vincenzo Mollica sempre su RAI1.

Diego Spitaleri
nato a Palermo nel 1959, ha iniziato l'attività concertistica nel 1979 ed ha all'attivo numerosi concerti nell'ambito italiano ed internazionale, nonché partecipazioni a trasmissioni radiofoniche e televisive. Nell'ambito del concorso "Sicilia Jazz Giovani", nell'estate dell'82, ha conseguito il premio "Pignatelli" per la composizione; nello stesso periodo ha fatto parte di un'orchestra formata dalla terza rete RAI e diretta da Bruno Tommaso.

Nel settembre dell'84 è stato proclamato da una giuria internazionale vincitore del concorso "I Nuovi Musicisti" annesso al Messina jazz Meeting e in tale veste ha partecipato al "Festival of Jazz Pianist" svoltosi a Kaliz, in Polonia, nel Dicembre 1984. Nel febbraio 1992 è uscito il suo primo CD "Mediterranea Suite" in trio con Paolino Dalla Porta al contrabbasso e Paolo Mappa alla batteria e pubblicato dalla Splasch Records.

Nell'ambito del "TOP JAZZ 1992", indetto dalla rivista specializzata Musica Jazz, si è classificato al 4° posto nella categoria "Miglior nuovo talento". Nel 1995 fonda i SUN con Alessandro Palacino e Dario Sulis, con i quali ha inciso 32 cd ed ha partecipato a numerosi festival nazionali e internazionali. Vanta collaborazioni con: Paolo Fresu, Flavio Boltro, Franco Cerri, Enrico Rava, Ray Mantilla, Irio de Paula, Artie Traum, Glen Velez, Tiziana Ghiglioni, Rim Banna, Nick the Nightflight, Sara Jane Morris.

 

Riccardo Lo Bue
agrigentino classe 1960 ma palermitano di adozione, inizia a studiare il basso elettrico all’età di sedici anni. Nel 1985 entra stabilmente nel gruppo del batterista Gianni Cavallaro con il quale partecipa nel 1986 al Festival Fusion Time organizzato dal Brass Group presso la stadio della Favorita di Palermo.

Nel 1987 entra a far parte dell’organico del gruppo di latin jazz “Guna Band” ed ha un’intensa attività che lo porta anche fuori della Sicilia: Umbria jazz 1987, Forlì, Roma. Suona con il quartetto del sassofonista Stefano D’Anna ed entra a far parte con il batterista Paolo Mappa del trio del pianista Diego Spitaleri con il quale, nell’estate del 1989, suona a Catania nell’ambito della rassegna “Jazz Made in Italy”.

Dal 1990 inizia un’intensa attività a fianco del pianista messinese Giovanni Mazzarino. Tra il 1992 e il 1993 suona in diversi club d’Italia con il quartetto del trombettista Flavio Boltro (Roma, Milano, Ferrara, Venezia, Trieste, Bologna, etc.).

Dal 1994 mantiene un’intensa attività collaborando con numerosi cantanti e musicisti fra cui: Joy Garrison, Laura Fedele, Cicci Santucci, Tullio De Piscopo, Ray Mantilla, Tony Scott, Antonello Salis, Irio de Paula, Bruce Forman, Franco Cerri, Artur Klein, Eddie Henderson, Ettore Fioravanti, Tom Kirkpatrick, Fabrizio Bosso, Gigi Cifarelli, Maurizio Giammarco, Marco Zurzolo, Howard Levy, Barbara Casini, Pietro Tonolo, Marzieh Reyhani e con i maggiori artisti siciliani. Dal 1996 inizia da autodidatta lo studio del contrabbasso.

Sebastiano Alioto
palermitano, alunno di Agostino Marangolo e Tullio De Piscopo, ha intrapreso la carriera di jazzista con Enzo Randisi, Steve Grossman e Cicci Cantucci. Dopo aver fatto parte dei New Trolls per due anni, Alioto ha collaborato con Ornella Vanoni, Antonella Ruggiero e Francesco Baccini.

Fondatore del Gospel Palermo Ensemble, Francesco ha firmato dal vivo un compact disc con Nick The Nightfly, Sarah Jane Morris e l’Orchestra Sinfonica Siciliana. Oggi Alioto insegna alla Scuola Popolare di Musica della Fondazione The Brass Group.