Domenico Riina

16 aprile ore 21,30
Blue Brass Jazz Club

Via dello Spasimo, 15 - Palermo
posto unico 8 €
ridotto 5 € (Senior Card e Allievi Scuola Popolare di Musica).

Orchestra Jazz Siciliana
Domenico Riina - direttore

 

Special Guest:
Giuseppe Milici - armonica
Francesco Buzzurro - chitarra
Emanuele Marciante - voce

Domenico Riina dirige l'Orchestra Jazz Siciliana per il Brass. Solisti ospiti: Giuseppe Milici (armonica); Francesco Buzzurro (chitarra); Emanuele Marciante (voce)

L’Orchestra Jazz Siciliana conclude sabato il calendario settimanale della stagione concertistica della Fondazione The Brass Group. Il concerto sarà diretto da Domenico Riina, definito dal Maestro Donato Renzetti come uno dei più interessanti giovani direttori della sua generazione. Appuntamento quindi domani alle 21.30 al Blue Brass presso il Ridotto dello Spasimo a Palermo.

L’ingresso intero costa 8 euro mentre il ridotto costa 5 euro per i possessori di Senior Card e per gli allievi della Scuola Popolare di Musica. Prevendite presso la sede della Fondazione The Brass Group da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 18.00 e, nei giorni di concerto, al botteghino a partire dalle 20.30.


L’Orchestra Jazz Siciliana
rappresenta in Italia la prima e unica orchestra permanente di jazz a partecipazione pubblica. Fondata da Ignazio Garsia nei primi anni ‘70 con il nome di Brass Group Big Band, l'Orchestra Jazz Siciliana ha svolto una intensa e continuativa attività concertistica sotto la guida di alcuni dei più prestigiosi direttori d’orchestra dei mondo. Nel 1990 l’O.J.S. è stata il cardine della «Rassegna Internazionale della Soul Music» di Palermo, svoltasi allo Stadio delle Palme, e nel 1991 ha eseguito, in prima europea, «Epitaph» di Charles Mingus, sotto la direzione di Gunther Schuller. Mentre, per l’esecuzione di pagine del repertorio contemporaneo, l’O.J.S ha partecipato nel ‘94 alla rassegna Suoni del Novecento promossa dall’E. A. Teatro Massimo di Palermo e nello stesso anno, diretto da Clark Terry, l’ensemble ha inaugurato la Stagione Concertistica Estiva  con un concerto dedicato a Duke Ellington nel ventennale della scomparsa.

Nel febbraio 1996, su invito della Società Italiana per lo Studio della Musica Afroamericana, l’OJS ha inaugurato la rassegna “La Musica Colta Afroamericana”, con la prima esecuzione mondiale dal vivo della trascrizione della suite «Porgy And Bess» di George Gershwin/Gil Evans, nuovamente diretta da Gunther Schuller, solista Paolo Fresu. Nella sua prestigiosa storia artistica, l’orchestra è stata diretta, tanto per citare qualche nome, da Archie Shepp, Francy Boland, Eumir Deodato, Vince Medoza, Gil Evans, Sam Rivers, Mel Lewis, Bob Brookmeyer ecc. ecc. e ha ospitato artisti come Phil Woods, Diane Shuure, Rachelle Ferrell, Renée Olstead, Tony Hadley, Martial Solal, Peter Erskine, anche in questo caso va detto: e tanti altri ancora.


Domenico Riina
Direttore d'orchestra, Compositore, Arrangiatore. Definito dal Maestro Donato Renzetti come uno dei più interessanti giovani direttori della sua generazione, tra il 2009 e il 2010 ha collaborato, come assistente alla direzione dello stesso M° Renzetti, nella produzione delle seguenti opere e concerti: Rigoletto con i complessi artistici del Teatro dell’Opera di Roma, Cavalleria Rusticana, Pagliacci e Adriana Lecouvreur, presso il Teatro Massimo di Palermo, Traviata in forma semiscenica, Sinfonia n.1 di Mahller, Concerto in F for piano e orchestra, Un Americano a Parigi e Rhapsody in Blue di Gershwin  con la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana. Dopo essersi diplomato in tromba sotto la guida del M° A. Bitonto (prima tromba dell’Orchestra Sinfonica Siciliana), ha conseguito il diploma di Musica Jazz sotto la guida del M° Ignazio Garsia presso il Conservatorio V. Bellini di Palermo. Studia pianoforte e composizione con il M° George Sangiorgio (docente presso la West Coast Music University) e si diploma in direzione d’orchestra con il M° Donato Renzetti, presso l’Accademia di Alto Perfezionamento di Pescara.


Assistente alla direzione d’orchestra dei maestri Bill Russo e Gunther Schuller, in occasione dei corsi della Scuola Europea di Orchestra Jazz tenutisi alla fine degli anni ’90 a Palermo, ha vissuto numerose esperienze in qualità di direttore e arrangiatore con l'Orchestra Jazz Siciliana (OJS), collaborando con artisti quali Martial Solal, Peter Erskine, Alex Acuña, Stefano Bollani, solo per citarne alcuni. Dagli anni ’80 ad oggi ha collaborato con direttori e solisti tra i più rappresentativi della storia della musica afroamericana, quali Bob Wilber (per la prima esecuzione italiana della Queen's Suite di Duke Ellington), Gil Evans, Archie Shepp, Bob Brookmeyer, Mel Lewis, Toshiko Akiyoshi, Ernie Wilkins, Sam Rivers, Francy Boland, Gunther Schuller (per la prima europea di Epitaph di Charles Mingus), Arturo Sandoval, Frank Foster, Carla Bley, Pete Rugolo, Lester Bowie, Clark Terry, Tony Hadley. Durante la sua carriera si è esibito, con repertori che spaziano dalla musica barocca alla musica del novecento, per: Fondazione Teatro Massimo di Palermo, Teatro Bellini di Catania, RAI - Radio Televisione Italiana, Fondazione The Brass Group, Centro “Django Reinhardt”, Associazione «Voltaire», Festival Internazionale del Jazz di Sanremo, Vinitaly, Festival dello Spasimo, Palermo di Scena, etc.