Palermo Dixieland Jazz Band


Mario Bellavista

1 luglio ore 21,30
Giardini sopra le Mura dello Spasimo

Palermo
posto unico 8 €

Palermo Dixieland Jazz Band

Franco Di Pasquale - tromba
Alfredo Orlando - clarino
Larry Nash - sax Tenore
Vincenzo Romano - trombone
Domenico Podix - chitarra
Antonio Cirafisi - basso
Toni Gagliardo - batteria


Mario Bellavista Trio
feat. Luigi Palizzolo

 

Luigi Palizzolo - voce
Sara Giuliano - voce
Mario Bellavista - pianoforte
Riccardo Lo Bue - contrabbasso
Fabrizio Giambanco - batteria
Orazio Maugeri - sax alto

 

Doppio spettacolo al Seacily Jazz Festival, venerdì 1 luglio alle 21,30 ai Giardini sopra le mura dello Spasimo.

Ad esibirsi per il Ciclo Residents i Palermo Dixieland Jazz Band e il Trio Mario Bellavista, con la partecipazione straordinaria di Luigi Palizzolo.

Gruppo composto da sette elementi, i Palermo Dixieland Jazz Band ripropongono un ampio repertorio di questo vivace stile musicale nato oltreoceano.  Con il termine “dixieland", in un primo momento indicativo soltanto del Sud degli Stati Uniti, venne poi impiegato per designare il primo Jazz bianco, fiorito proprio in quella regione e praticato ad imitazione di quello “coloured”, talvolta anche sotto forma di parodia. Amato soprattutto dai ceti più poveri, in particolare dagli emigrati, divenne popolare anche tra gli oriundi italiani. Palermo accolse con entusiasmo il dixieland e poté vantare, a partire dai primi del Novecento, in concomitanza con il primo conflitto globale, non solo cultori storici, ma anche bravi esecutori di questo stile.

A seguire, un Trio guidato da Mario Bellavista, con la partecipazione straordinaria di Luigi Palizzolo. Ad arricchire il Trio la presenza di Orazio Maugeri e Sara Giuliano.

Avvocato e pianista palermitano, classe 1968, Bellavista inizia a suonare il pianoforte all’età di sette anni, frequentando da esterno il conservatorio di musica di Palermo dove consegue il diploma di solfeggio. Combattuto fra la passione per la musica e lo studio, dal 1987 comincia a frequentare l’università e contemporaneamente a studiare Jazz. Un anno dopo inizia i concerti Jazz anche grazie all’incontro col sassofonista Gianni Gebbia che lo vuole con lui per due tournée. Più volte nel cartellone del Brass Group, con il gruppo del batterista Gianni Cavallaro, dal ‘98  è anche il pianista nelle tournée della Open Jazz Orchestra, diretta da Mimmo Cafiero.

Prevendita biglietti